GERARCHIA: LA FAMÍLIA DE SANTO

   ABIÃ: "persona che nascerà" novizio, in fase di pre-iniziazione.
   
   IYAÔ: "la sposa più giovane",  filho-de-santo iniziato che non ha ancora sette anni di anzianità.
   
    EBÔMI: "il mio fratello più anziano", filho-de-santo iniziato che ha già compiuto i rituali dei sette anni di anzianità.
   
       AGIBONÃ: "colei che guida nel cammino della nascita", levatrice; ebômi che si occupa degli iaô durante la reclusione iniziatica. 
   
       IYABASSÉ: "donna anziana che cucina", ebômi responsabile della cucina del terreiro.
   
       IYALAXÉ:"madre dell'axé", ebômi responsabile dell'axé (forza sacra) della casa. In alcuni terreiros esiste solo come carica temporanea tra la morte di un sacerdote e l'insediamento del successore.
   
     IYAQUEQUERÉ o BABAQUEQUERÉ: "piccola madre" o "piccolo padre", ebômi aiutante di mãe o pai-de-santo.
   
    IYALORIXÁ o BABALORIXÁ: mãe-de-santo o pai-de-santo, capo del terreiro.
 
                                         
 
 Gli Ogãs e le equedes (...) passano per un rito iniziatico piuttosto semplificato.
Con tale rito "nascono" già come ebômis, ovvero nel grado che imprime anzianità.
                                                                            (PRANDI R., Città in transe)
       EQUEDE: carica femminile di non-rodantes, ossia di persone che non vengono mai incorporate dal proprio orixá.  
É consacrata al servizio degli orixás, si occupa dei loro oggetti e abiti, oltre ad accudire i figli-di-santo durante la trance.
   
       OGÃ: carica maschile riservata prevalentemente a persone autorevoli che hanno la funzione di essere protettori civili del terreiro, aiutando finanziariamente o conferendo alla casa prestigio politico e sociale.
L'ogã è considerato "padre dell'orixá" e, come per le equede, si tratta di una categoria di non-rodantes.